WHATSAPP NON MANTIENE LA PROMESSA FATTA NEGLI ANNI - Agenzia YES

Sembrerebbe che WhatsApp abbia deciso di non mantenere la promessa fatta ai suoi clienti anni fa, quando ancora non era il sistema di messaggistica più utilizzato al mondo.
Il messaggio “noi non vendiamo pubblicità” compariva ancora quando bisognava pagare 99 centesimi di dollaro all’anno.
Questa scelta è stata ribadita anche quando il canone annuale è stato eliminato.
Eppure WhatsApp avrebbe cambiato idea, probabilmente da quando ha raggiunto un bacino di utenza pari a più di un miliardo di persone in tutto il mondo.
Da quel che si dice, verrà introdotto un sistema che permette alle aziende di comunicare direttamente con gli utenti attraverso messaggi di offerte promozionali e servizi.
La notizia è trapelata da Umer Ilyas, co-fondatore di Cowlar Inc, una delle start-up di Y Combinator coinvolte nel progetto.

Non c’è bisogno di chiedersi quale sarà la reazione degli utenti che già hanno reagito male all’arrivo delle stories accusando il sitema di messaggistica istantanea di diventare sempre più simile ad un social network.