NFT, non solo un acronimo!

Il mercato della crypto-art, l’arte digitale, è in grande espansione grazie soprattutto ad un nuovo trend che sta esplodendo anche in Italia: gli NFT. Pensate che solo nel 2020 il giro d’affari di questo mercato ha già raggiunto i 250 milioni di dollari.

Ma cosa sono gli NFT?

Partiamo dalle basi: che sia musica, video, testo, opera d’arte, persino una GIF o un meme, qualsiasi tipologia di media può essere registrata come NFT.

L’acronimo NFT Non-Fungible Token, che viene tradotto come “token non fungibili”, è un insieme di informazioni digitali associati a un media digitale. Per capire meglio cosa sono gli NFT bisogna per prima cosa partire dal concetto di fungibile: è fungibile un bene che si può scambiare con un altro di pari valore. Questo concetto ci aiuta a comprendere come gli NFT, essendo beni non fungibili, siano beni unici e autentici che non possono essere in nessun modo scambiati con altri perché non ne esistono di valore uguale.

Gli NFT vengono conservati e gestiti attraverso una blockchain, si tratta di un sistema di controllo gestito da migliaia di terminali informatici che tengono traccia di operazioni e transazioni di vario tipo. Nel caso degli NFT la blockchain serve per certificare l’autenticità e la storia di un file, grazie a una serie di metadati, conservati su moltissimi computer in modo che non vi sia mai il rischio di perderli o danneggiarli.

Quando si acquista un NFT si ottiene una certificazione del media o dell’opera digitale, non l’opera stessa. Il media acquistato infatti continuerà a circolare liberamente in rete e l’acquirente, grazie alla blockchain, possiederà tutti i diritti dell’opera come rarità, autenticità.

Semplifichiamo tutto facendo un esempio pratico: chi acquista un NFT è come se possedesse una copia autografata di un oggetto, un pezzo da collezione ma in versione digitale.

Gli acquisti NFT più clamorosi

Vi sentite un po’ spaesati da tutte queste informazioni? È tutto normale, seppure gli NFT vengano utilizzati da circa 3 anni, è solo nell’ultimo periodo che sono stati registrati gli acquisti più clamorosi, che naturalmente hanno amplificato la risonanza mediatica sul mezzo e l’idea che potrebbe diventare un vero e proprio business e non solo per l’arte.

Alcuni esempi:

  • L’opera “Everydays – The First 5000 Days,” di Beeple, pseudonimo dell’artista statunitense Mike Winkelmann, che esiste solo in formato JPEG, è stata venduta dalla casa d’aste Christie’s per 69,3 milioni di dollari
  • Sul sito NBA Top Shot più di 100.000 utenti hanno spostato oltre 250.000 dollari comprando e vendendo video di partire di basket
  • E come non citare Jack Dorsey, fondatore e CEO di Twitter, che ha di recente venduto all’asta il suo primo tweet come NFT per la modica cifra di 2,9 milioni di dollari.

Insomma, iniziate a capire la loro potenzialità? Potremmo tradurla in: mettiamo un bollino qualità univoco e certifichiamo la paternità (come un NFC su un bene fisico) di un qualsiasi contenuto digitale che, correttamente veicolato con operazioni di marketing, potrebbe assumere un valore inestimabile nel tempo e sarebbe solo nostro. W-O-W!

Ma questi NTF sono un fuoco di paglia?

Porsi questa domanda è più che legittimo, ma a noi piacciono i dati caldi.

Un certezza è che la crypto-art è uno strumento utile per dare il giusto valore al lavoro degli artisti digitali (e non pensate più all’arte come quella cosa elitaria per pochi, i pixel sono dappertutto e si possono creare). Insomma, una vera e propria democratizzazione che allarga il concetto di arte, di scambio e di mercato, adeguandolo all’oggi.

Un’altra fondamentale certezza è che, mentre stai leggendo questo articolo, il mercato degli NFT si sta muovendo molto velocemente e si stanno chiudendo degli affari. E gli affari sono veri, reali, tangibili!

Agenzia YES crede negli NFT

Crediamo nell’innovazione, a 360°, e nelle potenzialità del digitale per generare valore. Per questo siamo già attivi sul mercato NFT per supportare i nostri clienti con una consulenza all-in. Di cosa ci occupiamo?

  1. Produzione artistica NFT del Brand
  2. Registrazione in Blockchain
  3. Caricamento su piattaforma OpenSea della Collectibles
  4. Strategia di lancio e gestione delle campagne digitali per l’amplification
  5. Community management e digital PR.

Se sei attratto dalle potenzialità di questo nuovo mondo, contattaci per sapere come gli NFT potrebbero essere strategici per la tua azienda.

No stress say Yes!